Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

«Il folle volo di Ulisse» Da Dante a Primo Levi. La memoria come intelligenza di vita e non soltanto ricordo di morte

Gennaio 27 2022 | 17:00 - 18:30

Il folle volo di Ulisse» Da Dante a Primo Levi. La memoria come intelligenza di vita e non soltanto ricordo di morte - Locandina

Per il Giorno della Memoria presentiamo «Il folle volo di Ulisse» Da Dante a Primo Levi. La memoria come intelligenza di vita e non soltanto ricordo di morte di e con Davide Ferrari, accompagnamento musicale di Matteo Callegari, introduce Pierangelo Lombardi, Presidente dell’Istituto pavese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.

Testimone esemplare dell’esperienza del Lager, così come dell’analogia fra il Lager e l’Inferno dantesco, è Primo Levi, le cui opere stimolano una profonda meditazione su “ciò che è stato” e sul fondamentale compito morale della conoscenza e della memoria che tutti noi abbiamo.

Theodor Adorno scrisse a suo tempo che “dopo Auschwitz non si può più fare poesia”. Ma proprio Levi, dedicando al canto dantesco di Ulisse un intero capitolo di “Se questo è un uomo”, raggiunge le vette più alte della sua inedita poesia.

I parallelismi tra Dante e Primo Levi non sono una novità per il lettore. Ma se è vero che attraverso il «Canto di Ulisse», simbolo della volontà di conoscenza, Levi recupera, sia pure per poco tempo, quell’umanità e quella dignità negate nel campo di sterminio, il brano sembra suggerire anche altro.

Lo strumento letterario diventa per l’autore mezzo testimoniale e comunicativo privilegiato per un vero e proprio recupero memoriale che della conoscenza è la condizione essenziale.

Per Levi e Pikolo la memoria diventa metodo per dare forma a ciò che nel “folle ordine” del lager non si può esprimere e che permette di addentrarsi nella complessità della conoscenza umana.

Nella giornata del 27 gennaio, dunque, Primo Levi, Dante e il “Canto di Ulisse” quale occasione per una riflessione sulla storia e sulla memoria come valore fondante. E sul valore della memoria, come deposito culturale e come metodo, struttura mentale che analizza l’impensabile che è successo e che, in quanto tale, potrebbe nuovamente succedere.

Ricordiamo che l’ingresso è subordinato alla prenotazione su Affluences.
Vi chiederemo di:

  • misurare la temperatura
  • indossare la mascherina
  • mostrare il Super Green Pass con un documento di identità.

Per rivedere

 

Rassegna stampa

Comunicato stampa – 301 kb
Locandina – 135 kb
Articolo tratto da “La provincia pavese” del 26 gennaio 2022 – 746 kb

Dettagli

Data:
Gennaio 27 2022
Ora:
17:00 - 18:30
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, ,
Sito web:
https://affluences.com/biblioteca-universitaria-di-pavia-mic

Luogo

Salone Teresiano