Ministero dei Beni delle Attivitą Culturali e del Turismo Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali

Archivio storico

Documento dall'Archivio storico della Biblioteca Universitaria di Pavia Sebbene attualmente la Biblioteca sia un'istituzione ben distinta e separata dall'Università di Pavia, è tuttavia difficile parlare del suo archivio storico senza sottolineare come, alle origini, la storia e le carte dell'ateneo pavese e della Biblioteca fossero strettamente intrecciate.

A partire dalle riforme teresiane, la Biblioteca fu anche il luogo di conservazione di parte delle carte riconducibili all'Università. Le prime precise notizie sulla consistenza dei fondi conservati sono riconducibili a Luigi Lanfranchi, convinto assertore dell'Archivio storico universitario quale "uno de' principali ornamenti di questo stabilimento", il quale scrisse una Nota delle carte relative alla Biblioteca della R. Università di Pavia dal 1772 al 1834 e un catalogo delle dissertazioni e degli atti accademici. Notizie si trovano anche nella Miscellanea Ticinensia, raccolta di opuscoli a stampa e manoscritti appartenenti a Siro Comi, già direttore dell'archivio dell'Università e quindi di quello municipale.

Il duplice rapporto, finanziario e amministrativo, con il Governo e l'Università ebbe alterne vicende: fino al 1859 Luigi Lanfranchi tenne rapporti diretti col Governo di Lombardia mantenendosi indipendente dagli organi universitari; nel 1860 e negli anni immediatamente successivi all'unità, invece, una disposizione ministeriale prescrisse una certa dipendenza, con l'obbligo per il bibliotecario di "corrispondere d'ora innanzi direttamente col Sig. Rettore dell'Università"; tale disposizione fu annullata nel 1869 quando le biblioteche universitarie, con Regio Decreto del 25 novembre, ritornarono sotto la diretta dipendenza del Governo. Il tortuoso intreccio fra le due istituzioni spiega come i loro archivi siano, per un certo periodo, indissolubilmente legati.

Del resto dal 1933 l'Archivio antico d'Ateneo era custodito presso la Regia Biblioteca, su iniziativa di Ester Pastorello, prima donna a ricoprire il ruolo di direttore della Biblioteca. In quell'anno, infatti, la Pastorello ottenne il deposito che consentì da una parte il recupero all'interno dell'Archivio universitario di cinque buste di atti relativi alla fondazione della Biblioteca fino a quel momento dispersi nelle cartelle delle facoltà cui appartennero i primi direttori (Gregorio Fontana e poi Luigi Lanfranchi), dall'altra l'iniziale riordinamento dell'Archivio per enti e in essi per serie di atti cronologicamente ordinati sulla base delle diciture esterne ad opera del prof. M. Buzzi.
Da allora le sorti delle carte di Università e Biblioteca cominciarono a separarsi, fino ad essere nettamente distinte nel 1962, anno del trasferimento della parte antica dell'Archivio storico universitario presso l'Archivio di Stato di Pavia.

L'organizzazione dell'Archivio

L'Archivio storico della Biblioteca fu organizzato dal direttore Carlo Dell'Acqua (in servizio dal 1879 al 1883), che operò un'articolazione per titoli - rimasta sostanzialmente invariata anche in seguito - sotto i quali furono riuniti i documenti relativi ad un determinato argomento. All'interno dell'archivio, che è in fase di riordinamento e inventariazione, si è rilevata una cesura cronologica a partire dal 1927, quando, ferma restando in linea di massima la medesima articolazione per titoli, venne adottata un'organizzazione cronologica biennale.

I dati complessivi

226 buste (sec. XIX - 1975) e 137 registri (1787-1974) conservati in un unico magazzino per uno sviluppo complessivo di 33 metri lineari.
Esistono inoltre 145 volumi manoscritti contenenti cataloghi e inventari dei fondi librari e circa 300 faldoni dove sono raccolte le schede ordinate alfabeticamente che costituivano il catalogo generale della Biblioteca dal Settecento fino alla prima metà del XX secolo.

Le Buste

Il materiale è organizzato sulla base del seguente titolario; i titoli posti tra parentesi si riferiscono alla parte antica, anteriore al 1927:

  • A - Corrispondenza con il Ministero (Regolamento della Biblioteca e relazioni sul suo funzionamento)
  • B - Contratti, preventivi e ordini (Locali)
  • C - (Mobili e arredi)
  • D - Libri
  • E - Cataloghi
  • F - Prestito
  • G - Fotocopie (Censura politica)
  • H - Informazioni bibliografiche (manca nella parte antica)
  • I - Statistiche (manca nella parte antica)
  • L - Personale
  • M - (Rendiconti finanziari)
  • P - (Carteggi con i librai)

 

I Registri

  • Registro dei legatori, regg. 5 (1787-1957)
  • Registro dei prestiti, regg. 9 (1810-1961)
  • Protocolli di accessione, regg. 17 (1834-1914)
  • Inventari dei libri della R. Biblioteca Universitaria di Pavia, regg. 30 (dal 1846)
  • Registro dei libri perduti, reg. 1 (1886-1957)
  • Registro contabile, regg. 25 (1887-1974)
  • Registro delle opera acquistate dagli istituti universitari, reg. 1 (1894-1896)
  • Registro degli acquisti di opere a carattere scientifico, reg. 1 (1910-1920)
  • Registro di protocollo delle riproduzioni fotografiche, reg. 1 (1912-1969)
  • Registro d'ingresso di opere, regg. 2 (1914-1926)
  • Registro cronologico generale, regg. 12 (1926-1975)
  • Registro copialettere, regg. 3 (1927-1959)
  • Protocollo corrispondenza in arrivo, regg. 2 (1927-1959)
  • Libro mastro dei fornitori di libri, regg. 3 (1930-1950)
  • Protocollo corrispondenza in partenza regg. 5 (1932-1967)
  • Registro di presenza del personale, regg. 18 (1933-1954)
  • Registro del Consorzio Universitario Lombardo, regg. 2 (1935-1937)

Antichi cataloghi e inventari

  • Index Universalis R. Ticiniensis Bibliothecae inceptus sub die 20 aprilis 1780, voll. 41
  • [Catalogo fondamentale] (300 faldoni contenenti schede ordinate alfabeticamente)
  • Bibliothecae Regiae Ticiniensis Catalogus secundum cognomina ordine alphabetico dispositus una cum altero catalogo anonymo, voll. 54
  • Catalogo generale alfabetico, voll. 27
  • Catalogus librorum prohibitorum, voll. 4 (1882-1848)
  • Catalogus vitarum et elogiorum, voll. 3
  • Inventario delle biografie
  • Catalogo alfabetico delle miscellanee e degli autori (1812)
  • Inventario delle miscellanee
  • Catalogo dei libri di statistica e letteratura varia e scienze
  • Catalogo degli atti accademici
  • Inventario delle dispense
  • Inventario del fondo Corradi
  • Inventario del legato Capsoni
  • Inventario degli incunaboli e opere rare
  • Inventario delle edizioni quattrocentine
  • Inventario dei manoscriti
  • Inventario del fondo Aldini
  • Catalogo alfabetico dei manoscritti Ticinesi
  • Inventario delle pergamene
  • Inventario delle carte geografiche
  • Inventario delle stampe